Erasmus+

LingoMap: National Holidays and Local Area of Interest

Ciao a tutti!

Welcome to my third blog for LingoMap Routes into Languages. I am currently spending my second semester in Florence, Italy which is already an incredible experience after spending just over a month. Instead of living in a University accommodation like I did in Nantes, I had to find a place to stay for the next few months. I managed to find an apartment in Santa Croce which was the perfect location in Florence because most places are walking distances such as my university. I am happy to say that in my experience, settling in Florence was much easier and much more organized than I anticipated.

Local area of interest: Piazza di Santa Croce

 

Ho già perso il conto delle volte che ho visitato la Piazza di Santa Croce perché mi ci vuole meno di un minuto per camminare lì e la prossima cosa che so di essere seduto sui gradini accanto alla statua di Dante.

Il motivo per cui ho scelto Piazza Santa Croce è per via di quanto è aperto e spazioso ed è un luogo popolare per i turisti ma non così affollato come alcune altre regioni come il Duomo. Questa particolare area racchiude tanta storia e bellezza e ha un’immensa ricchezza artistica. Vicino a Piazza Santa Croce si trova la piazza della Signoria e la Biblioteca Nazionale Centrale. Situato in Piazza Santa Croce è la Basilica di Santa Croce.

 

Di fronte alla Basilica si trova una statua in marmo di Dante, scolpita da Enrico Pazzi.

Local area of interest: Piazza della SS Annunziata

What makes this square absolutely stunning is its harmonious and symmetrical design. This square is often appreciated for its elegance and the depth of history it holds.

In the square you can find the two fountains which were designed and created by Pietro Taccà.

 

Masterpieces can be appreciated out in the open such as the equestrian monument of Ferdinando I which was constructed by Giambologna and Pietro Tacca.

C’è la romantica loggia (o portico) accanto a Palazzo Grifoni: Loggia dei Servi di Maria. Costruito tra il 1516-1525, creato da Baccio d’Agnolo e Antonio da Sangallo il Vecchio, gli archi e le colonne completano splendidamente la simmetria nella piazza.

Brunelleschi was the architecture of the Foundling Hospital in 1419.

 

Andrea della Robbia ha decorato i 10 “tondi” o medaglioni che hanno tutti lo sfondo blu chiaro con “putti” bianchi vestiti in fasce per rappresentare i bambini abbandonati e gli orfani.

National holiday: Lo scoppio del carro (Pasqua)

 

Since I spent just over a month in Italy, I managed to experience how Easter was celebrated. When it comes to national holidays in Italy, they are usually based off religion because Italy is a predominantly Christian nation so it makes sense that most of the national holidays have a religious origin. During my stay I had the opportunity to witness the Scoppio del Carro which took place on Easter Sunday at 11am between the baptistery and the Cathedral. Easter Monday in Italy is also known as Lunedì dell’Angelo which is the day after Easter. On Easter Sunday, knowing that this event would be immensely popular I made sure I would arrive at the Duomo at 9am because it was guaranteed that there would be a huge crowd. Even at 9am there was almost no room and the amount of people present was overwhelming but at the same time that’s what made the event very exciting.

 

Un carro antico di 9,1 m di altezza è trainato da buoi bianchi decorati con ghirlande di fiori ed erbe in Piazza del Duomo. In quel momento, ricordo quanto fosse eccitata l’intera folla e lo stupore di quanto fosse grande il carro. A partire dalle 10 del mattino, un prete strofina le tre pietre fiammeggianti di Pazzino fino a far scintillare e accendere la candela di Pasqua; questo è usato per accendere dei carboni che sono posti in un contenitore sul Carro e la processione consegna il Fuoco Santo all’Arcivescovo di Firenze prima di Santa Maria del Fiore, meglio conosciuta come Duomo. Il carro è accompagnato da percussionisti, sbandieratori e personaggi vestiti in costume storico, nonché funzionari della città e rappresentanti del clero. Il carrello attende quindi davanti alla cattedrale e inizia l’attesa dello spettacolo.

Dall’altare della cattedrale, verso le 11, quando la “Gloria” è cantata all’interno della chiesa, l’Arcivescovo usa il fuoco per accendere un razzo a forma di colomba (chiamato “Colombina” e simboleggia lo Spirito Santo) e questo vola giù un cavo verso l’esterno della chiesa e si scontra con il carrello nella piazza, scatenando uno spettacolo pirotecnico spettacolare! L’intera scena è stata assolutamente incredibile!

 

I really enjoyed celebrating Easter abroad because it gave me a new insight on how different nations celebrated the same holiday.

Comments

No comments.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *